Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

La Ciclovia dell’Appennino è stata “inaugurata” pochi giorni fa e così diventa l’itinerario ciclabile più lungo di tutto lo Stivale: 2.600 chilometri lungo tutta la dorsale montuosa d’Italia, toccando 26 parchi e aree protette.

L’Appennino è un patrimonio montano unico al mondo, ricco di scorsi meravigliosi e natura perfetto per essere esplorato in bici. Proprio per questo ha preso vita il progetto di realizzazione di un circuito cicloturistico a tutti gli effetti. Il piano è partito tempo fa e oggi si vedono i primi frutti, grazie anche alla cartellonistica e alla collaborazione con i Comuni attraversati.

Ogni 60 chilometri è organizzato un “posto tappa” (44 in totale) con una colonnina che fa da ciclofficina. Tutti i cicloturisti avranno a disposizione gli strumenti necessari per rimediare a eventuali guasti e gonfiare le gomme.

Chi invece pedala su una eBike, potrà infilare la spina e fare il pieno di energia per poi proseguire il suo viaggio. Nella postazione ci saranno anche rastrelliere, un pannello con informazioni di servizio e un QRCode per scaricare le mappe del tracciato.

LEGGI ANCHE –> TURISMO, CICLOTURISMO E RIPARTENZA: ECCO COME FUNZIONA IL GREEN PASS

Come è nata la ciclovia dell’Appennino

La Ciclovia dell’Appennino, undicesima ciclovia turistica nazionale, è un’iniziativa nata dal basso, dai cittadini e dalle associazioni del territorio attraversato, finanziata con due milioni di euro per l’installazione della cartellonistica dal Ministero dei Trasporti e della Mobilità Sostenibile.

ciclovia dell'appennino colonnina di ricarica ebike mtb

La posa della cartellonistica sarà completata nell’estate 2022, ma la ciclovia è comunque percorribile attraverso le tracce Gpx scaricabili gratuitamente dal sito Appenninobiketour che guidano i cicloturisti attraverso strade secondarie a traffico ridotto.

Sui pannelli informativi già posizionati nelle 44 tappe, da Altare in Liguria ad Alia in Sicilia, i cicloturisti troveranno in ogni tappa un “consiglio a pedali” con suggerimenti su aspetti legati al benessere, alla salute, ai comportamenti da tenere per essere un ciclista rispettoso degli altri e dell’ambiente.

LEGGI ANCHE –> NASCE LA VIA ROMAGNA: UN ANELLO DI 460 KM TRA MARE E COLLINE

le TAPPE E il PERCORSO

Sono 44 le tappe del tour completo che si sviluppano su strade secondarie. Sono state pensate affinché vengano percorse una al giorno.

La più corta quella Arquata del Tronto – Amatrice è di 40 chilometri, la più lunga è quella di Rivisondoli – Guardiaregia, che si sviluppa nel parco del Gran Paradiso in Abruzzo.

La media del chilometraggio delle tappe si assesta tra i 50 e 60 chilometri passando da stupendi borghi come Barberino del Mugello, Gubbio, Assisi, Pietrapertorsa e moltissimi parchi naturali.

Il tracciato sfrutta le preesistenti ciclovie come, per esempio, quella dei Parchi della Calabria (vincitrice dell’Italian Green Road Award 2021; noi ne abbiamo parlato a questo link).

Ecco tutte le tappe del tour divise per regioni:

  • 1 Altare (GE) – Rossiglione (GE): 65 km (1161 m D+)
  • 2 Rossiglione (GE) – Ronco Scrivia (GE): 53 km (1049 m D+)Liguria – Lombardia
  • 3 Ronco Scrivia (GE) – Brallo di Pregola (PV): 71 km (2130 m D+)
  • 4 Brallo di Pregola (PV) – Bardi (PR): 79 km (1815 m D+)
  • 5 Bardi (PR) – Corniglio (PR): 82 km (1925 m D+)
  • 6 Corniglio (PR) – Ventasso (RE): 53 km (1326 m D+)
  • 7 Ventasso (RE) – Lama Mocogno (MO): 93 km (1564 m D+)
  • 8 Lama Mocogno (MO)– Gaggio Montano (BO): 49 km (822 m D+)
  • 9 Gaggio Montano (BO) – Barberino del Mugello (FI): 60 km (1082 m D+)
  • 10 Barberino del Mugello (FI) – Pratovecchio Stia (AR): 71 km (1103 m D+)
  • 11 Pratovecchio Stia (AR) – Citerna (PG): 71 km (1100 m D+)
  • 12 Citerna (PG) – Gubbio (PG): 60 km (1036 m D+)
  • 13 Gubbio (PG) – Assisi (PG): 43 km (655 m D+)
  • 14 Assisi (PG) – Cerreto di Spoleto (PG): 55 km (947 m D+)
  • 15 Cerreto di Spoleto (PG) – Arquata del Tronto (AP): 63 km (1527 m D+)
  • 16 Arquata del Tronto (AP) – Amatrice (RI): 40 km (1166 m D+)
  • 17 Amatrice (RI) – San Demetrio ne’ Vestini (AQ): 70 km (1018 m D+)
  • 18 San Demetrio ne’ Vestini (AQ) – Caramanico Terme (PE): 67 km (841 m D+)
  • 19 Caramanico (PE) – Rivisondoli (AQ): 47 km (1404 m D+)
  • 20 Rivisondoli (AQ) – Guardiaregia (CB): 90 km (1312 m D+)
  • 21 Guardiaregia (CB) – Pietrelcina (BN): 46 km (688 m D+)
  • 22 Pietrelcina (BN) – Guardia Lombardi (AV): 72 km (980 m D+)
  • 23 Guardia Lombardi (AV) – Muro Lucano (PZ): 50 km (1124 m D+)
  • 24 Muro Lucano (PZ) – Abriola (PZ): 58 km (1258 m D+)
  • 25 Abriola (PZ) – Pietrapertosa (PZ): 51 km (1185 m D+)
  • 26 Pietrapertosa (PZ) – Roccanova (PZ): 69 km (1183 m D+)
  • 27 Roccanova (PZ) – San Severino Lucano (PZ): 43 km (873 m D+)
  • 28 San Severino Lucano (PZ) – Orsomarso (CS): 70 km (1074 m D+)
  • 29 Orsomarso (CS) – Sant’Agata di Esaro (CS): 53 km (751 m D+)
  • 30 Sant’Agata di Esaro (CS) – San Benedetto Ullano (CS): 59 km (569 m D+)
  • 31 San Benedetto Ullano (CS)– Aprigliano (CS): 51 km (787 m D+)
  • 32 Aprigliano (CS): – Taverna (CZ): 65 km (1451 m D+)
  • 33 Taverna (CZ) – Amaroni (CZ): 62 km (535 m D+)
  • 34 Amaroni (CZ) – Fabrizia (VV): 65 km (1024 m D+)
  • 35 Fabrizia (VV) – Santa Cristina d’Aspromonte (RC): 69 km (1134 m D+)
  • 36 Santa Cristina d’Aspromonte (RC) – Scilla (RC): 45 km (589 m D+)
  • 37 Scilla (RC) – Monforte San Giorgio (ME): 52 km (78 m D+)
  • 38 Monforte San Giorgio (ME) – Antillo (ME): 68 km (992 m D+)
  • 39 Antillo (ME) – Montalbano Elicona (ME): 63 km (992 m D+)
  • 40 Montalbano Elicona (ME) – Bronte (CT): 58 km (1265 m D+)
  • 41 Bronte (CT) – Capizzi (ME): 62 km (1068 m D+)
  • 42 Capizzi (ME) – Petralia Sottana (PA): 60 km (1063 m D+)
  • 43 Petralia Sottana (PA) – Alia (PA): 59 km (984 m D+)

LEGGI ANCHE –> 5 TOUR IN BICICLETTA PER AMMIRARE DA VICINO I CASTELLI DI BOLZANO

APPENNINO BIKE TOUR, IL GIRO DELL’ITALIA CHE NON TI ASPETTI

Per promuovere la nuova ciclovia, dal 16 luglio fino all’8 agosto, una squadra di ciclisti, insieme a Legambiente e ViviAppennino, percorrerà la ciclovia da Nord a Sud, sostando in ognuna delle 44 tappe. L’evento prende il nome di Appennino Bike Tour.

Qui saranno organizzati numerosi eventi insieme alle Amministrazioni locali, gli Enti Parco attraversati e le varie realtà interessate, premiando anche i cosiddetti ambasciatori dell’Appennino, amministratori, piccoli imprenditori, associazioni e realtà territoriali che si sono distinte per attività di promozione del territorio.

Dopo la tappa inaugurale del 16 luglio ad Altare (SV), Appennino Bike Tour proseguirà il suo viaggio il 17 agosto a Rossiglione (GE) e Ronco Scrivia (GE), il 18 luglio a Brallo di Pergola e Bardi (PR), il 19 luglio a Corniglio (PR) e Ventasso (RE), 20 luglio Lama Mocogno (MO) e Gaggio Montano (BO).

Il 22 luglio Barberino del Mugello e Pratovecchio Stia (AR), 23 luglio Citerna, il 24 luglio Gubbio e Assisi, il 25 a Cerreto di Spoleto (PG) e Arquata del Tronto (AP), il 26 luglio ad Amatrice (RI) e San Demetrio Ne’ Vestini (AQ), il 27 luglio tappa a Caramanico Terme (PE) e poi a Rivisondoli (AQ).

Il 28 luglio a Guardiaregia (CB) e Pietrelcina (BN), il 29 luglio a Guardia Lombardi (AV) e Muro Lucano (PZ), il 30 luglio ad Abriola (PZ) e Pietrapertosa (PZ) e il 31 luglio a Roccanova (PZ) e San Severino Lucano (PZ).

Condividi la tua passione
Inserisci/Mostra CommentiChiudi i commenti

Leave a comment